SNORKELING

Accessibile a tutte le età, ormai lo snorkeling è un’attività molto diffusa al mondo.

Basta una buona acquaticità, confidenza con l’acqua, una maschera con boccaglio, pinne e possibilmente la muta.

Questa attività dà veramente molte soddisfazioni. Ho iniziato a lavorare proprio come biologa marina e guida snorkeling in Mar Rosso e, nonostante sia poi diventata istruttore subacqueo, per me rimane un ottimo modo per esplorare il mondo sottomarino!

Vediamo insieme qualche nota tecnica.

Attrezzatura necessaria.

1. Maschera e boccaglio. Al giorno d’oggi sono uscite altre tipologie di maschere ma la tradizionale maschera più boccaglio è il sistema migliore per guardare sott’acqua. Alcune persone che si avvicinano a questo tipo di attività lamentano il fatto di non riuscire a respirare solo con la bocca. E’ solo questione di abitudine. Il consiglio che do a tutti è respirare lentamente e profondamente, concentrandosi sulla respirazione dalla bocca e, soprattutto, rilassarsi.

Se è la prima volta per voi affidatevi ad un professionista che vi saprà aiutare in queste prime fasi: chi ben comincia…

2. Pinne. Le pinne servono a contrastare un’eventuale corrente senza affaticarsi, confersicono galleggiabilità e permettono di fare più “strada”. Anche le persone che risultavano essere più restie nel loro utilizzo ne hanno poi verificato l’utilità reale.

Ah, ricordatevi: nelle pinne non c’è destra né sinistra!

3. Muta. Il principale scopo della muta è rallentare il raffreddamento del corpo in acqua. Ci sono mute di diverso tipo in base alla temperatura dell’acqua, più o meno spesse, lunghe o corte. Anche ai tropici, dove l’acqua può essere molto calda, una muta lunga 0,5 mm può risultare molto utile come protezione per il sole e contro eventuali tagli dovuti a fortuiti contatti con la scogliera.

La muta dà galleggiabilità e anche i nuotatori esperti ne noteranno l’efficacia.

DCIM100GOPRO

4. Boa. La boa segna sub è molto importante. Durante il periodo estivo, il traffico dei natanti che si avvicinano a costa si intensifica. La boa permette alle imbarcazioni di individuare da lontano la vostra posizione e, quindi, di tenersi a debita distanza.

DCIM101GOPRO

“Ok? Tutto chiaro? Allora si va!”

I BIMBI E I PRIMI RESPIRI SOTT’ACQUA
5 spiagge top nel sud-est Sardegna
Marsa Alam: 5 posti da non perdere dove fare snorkeling.
Muravera: 5 cose kids-friendly assolutamente da fare
Costa Azzurra, mini-tour da Principi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...