consigli di viaggio, volare

IN VOLO A 3 MESI: MAL D’ORECCHIE

A quasi 3 mesi Diego prese il suo primo aereo: un volo breve, poco più di un’ora, da Genova a Cagliari, sicuramente più veloce di un viaggio in traghetto che avrebbe comportato una notte in mare e il giorno successivo in auto per arrivare al sud della Sardegna.

Gita a Genova prima della partenza
Gita a Genova prima della partenza

Tutta la famiglia in fibrillazione. Nonni e zii ci accompagnarono all’aeroporto. Non mancarono le fatidiche foto di rito con mamma e papà, con solo i nonni, solo gli zii, nonni più zii e combinazioni varie.

Da casa mi preparai un bagaglio a mano con ciò che pensavo mi sarebbe potuto essere utile durante il volo e nelle ore precedenti al gate di partenza: immancabili quindi un vestitino di ricambio, abbondanti pannollini e salviettine umidificate. Per mangiare gli davo ancora il mio latte, quindi non avevo problemi a riguardo.

Il viaggio di andata tutto bene, tranne qualche di cambio di pannollino in più sull’aereo che, avendo la toilette organizzata allo scopo, non mi creò particolari problemi. Diego mangiò, si riposò e dopo un’oretta dal decollo atterrammo, pronti per una settimana di mare!

Se il volo di andata fu piuttosto tranquillo non si può dure altrettanto di quello di ritorno che invece fu un dramma, in particolare nella fase di discesa.

Quando l’aereo incominciò a scendere di quota, Diego iniziò a piangere. Strilla acute rimbombavano in tutto l’aereo. Era disperata. Cercavo di farlo attaccare per dargli il latte, per lui la tettina è sempre stata di grande consolazione, ma niente, non ne voleva sapere.

A quel punto io ero più disperata di lui. Piangevo. Non sapevo che fare. Mio marito che mi diceva di stare tranquilla. Ma non potevo: come facevo se mio figlio stava urlando così! Panico!

5,10,20 minuti, insomma, non ricordo: un’eternità!

Finalmente l’aereo atterrò e Diego smise di piangere. Il suo volto si rilassò, chiuse gli occhietti e iniziò a dormire. Quella notte dormì per 13 ore consecutive e io tirai un sospiro di sollievo.