castelli, on the road

Mini tour tra Montechiarugolo e Torrechiara (PR)

Immaginarsi cavalieri , dame e, perché no, cavalli, e andare con la fantasia indietro nel tempo ripercorrendo le strade delle carrozze sulle prime colline della provincia di Parma, ai confini con quella di Reggio Emilia: è questo ciò che vi aspetta se seguirete le nostre orme nell’on the road che noi abbiamo fatto tra Montechiarugolo e Torrechiara.

Facenti parte entrambi dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, sono i due più vicini per chi dovesse arrivare da Reggio Emilia.

Superato l’Enza di confine tra le due province, Montechiarugolo si raggiunge dopo qualche minuto di strada, direzione sud. In posizione leggermente rialzata rispetto alla pianura circostante, il castello esprime la sua eleganza già da lontano.

IMG_9967

La prima volta che siamo stati qui fu per un matrimonio. Giardini e sale, infatti, diventano il palcoscenico di cerimonie indimenticabili. Ma non solo: è possibile fare una visita guidata nei periodi e orari consultabili sulla pagina dedicata a Montechiarugolo sul sito dei Castelli del Ducato.

Attualmente di proprietà privata, la sua storia in realtà risale al XIV secolo quando, per mano di Guido Torelli, acquisì l’odierna struttura. Ma sembra proprio che nel castello, come in tutti i castelli che si rispettino, ci sia un fantasma: il fantasma di Fata Bema. Se volete conoscere la sua storia noi ne abbiamo parlato in un articolo dedicato a borghi, streghe e fantasmi!

IMG_9960

IMG_9963

Prima di ripartire, concedetevi una passeggiata tra le vie del piccolo paese, con scorci di porticine e finestrelle tutte da fotografare.

IMG_9954

IMG_9957

Non vi resterà che riprendere l’auto e partire per Torrechiara. 20-30 minuti e sarete ai suoi piedi e ai piedi delle prime colline dell’Appennino Tosco-Emiliano. Se oltrepasserete il parcheggio per seguire la strada che sale  alle spalle del paese attraverso la campagna ricoperta dalle vigne. Solo da qui potrete ammirare il castello nella sua totalità, circondato da un panorama assolutamente suggestivo sulla pianura circostante.

torrechiara2

torrechiara1

Anche agli occhi di non esperti d’architettura, come i miei, salta subito all’occhio la sua imponente struttura fortificata. Risalente alla metà del XV secolo, fu voluta dal Pier Maria Rossi il Magnifico come residenza estiva della sua amante Bianca Pellegrini. Moglie ufficiale di Pier Maria Rossi era invece Antonia Torelli ( sì, proprio lei, la figlia del Conte Guido Torelli di Montechiarugolo) che sposò all’età di 15 anni… E sarebbe proprio di Pier Maria Rossi il fantasma che di tanto in tanto ritorna sulla via che porta al castello, recitando “nunc et semper” alla sua Bianca.

Dalla stessa strada Rio delle Favole su cui potreste incontrare lo spiritello, attraverso il portone d’ingresso, si accede al piccolo borgo, fatto di casette in pietra e una stradina di ciottoli (non molto adatta purtroppo ai passeggini).

torrechiara3

Un’unica via ad U parte ed inizia dalla piazza della chiesa su cui affaccia anche il dehors estivo del ristorante. E che dire…molto romantico sarebbe poter soggiornare presso l’annesso Room&Breakfast con vista sui torrioni del castello, da una parte, e della vallata dall’altra…

E’ possibile visitare l’interno del castello durante la settimana ma vi consiglio di andare direttamente sulla pagina dedicata per controllare gli orari di apertura che variano a seconda del periodo dell’anno!

Presto noi ci torneremo, questa volta con il cestino del pin-nic!

torrechiara4

torrechiara5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...