bambini, montagna

Con gli sci a Prato Nevoso

Perchè magari Tarzanino da grande vorrà fare l’alpinista e quindi, quando si può, noi ce ne andiamo in montagna . In fin dei conti Einstein diceva:

“Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido”.

Ecco, quindi come madre mi sento in dovere di farlo arrampicare sulle montagne, provare la sensazione della fatica in salita, delle dita insensibili per il freddo e, allo stesso tempo, il piacere di scendere con l’aria sul viso, vedere il mondo da sopra le nuvole, apprezzare il caldo di una tazza di cioccolata fumante e la stanchezza di fine giornata, buttato su un letto chiudendo gli occhi e sognando!

Giorno 1. Venerdì.

Il venerdì sera, finito l’allenamento di calcio, siamo partiti per iniziare il nostro fine settimana sugli sci senza nemmeno fare ritorno a casa. Dalla Liguria, a meno di 2 ore di viaggio si raggiugono facilmente alcune famose località sciistiche del cuneese tra cui Prato Nevoso.

In albergo ci aspettavano per cena e verso le 20.30 bussavamo alla porta del nostro hotel.

Avevamo preso una camera a San Bartolomeo di Pesio, in una valle vicina a quella più famosa che ospita le principali stazioni sciistiche.

san-bartolomeo-map

L’atmosfera era alquanto magica. La neve, che era caduta copiosa i giorni precedenti, avvolgeva sotto il suo morbido manto tutto il paesello. Le luci dei lampioni riflettevano sui cristalli di ghiaccio, il freddo pungeva e ti portava a raggomitolarti nel giaccone (avessi avuto il giaccone…ma venendo dal mare avevo solo una giacca con maglioni “a cipolla”). Di sottofondo: il rumore dello scorrere del torrente.

img_2179

La stanza era di quelle sotto i tetti, con una finestrella da cui si potevano osservare i coppi, proprio come piace a me. Una calda atmosfera di montagna.

img_2157

Giorno 2. Sabato.

Dopo la colazione, appuntamento fondamentale per Tarzanino, salimmo in auto e ci dirigemmo verso Prato Nevoso. Circa 30 minuti e all’arrivo, ci accolse un metro di neve!

img_2166

Subito sulle piste a sciare! Prato Nevoso si presenta come una grande conca, all’interno della quale sono presenti le principali strutture d’accoglienza degli impianti: zona animazione, bar e ristoranti, scuola di sci e partenze dei principali impianti.

Da casa avevamo già prenotato una lezione di sci con il maestro che ci aspettava al fondo del lungo tappeto di risalita. Adattissimo per i bimbi, chiuso all’interno di un tunnel, in due spezzoni accompanga in tutta sicurezza i bambini fino alla cima della pista per principianti. I piccoletti così, una volta presa dimestichezza, potranno percorrerla in solitaria!

E poi ad un certo punto il maestro di sci se lo prese, lo vidi sfilare davanti a me con il mio bambino e, senza nemmeno salutare, se lo portò lassù, in alto in alto… ed io col cuore in gola, ad aspettare di vedere che tornasse.

img_2175

E quando lo vidi tornare finalmente incominciai a godermi quella bella giornata di sole! Per i genitori che aspettano, ai piedi della pista dei bimbi è possibile affittare delle comode sedie sdraio.

Alla sera, stanchi ma soddisfatti, ritornammo al nostro albergo in Val Pesio, per riposare i muscoletti al calduccio del piumone.

img_2198

Giorno 3. Domenica.

Ultimo giorno a disposizione. Ripartimmo da San Bartolomeo per Prato Nevoso, dove questa volta ad aspettarci ci sarebbero stati anche la nonna e lo zio Claudio che arrivavano direttamente da Torino. Sarebbe stato proprio lo zio ad accompagnare Tarzanino a sciare. Il tempo era decisamente cambiato. Le nuvole avevano avvolto le montagne e la neve cadeva abbondante. Lo zio era già in giro per le piste tra Artesina e Frabosa (collegate tra loro in un più ampio comprensorio) e lo attendavamo infreddoliti nella conca di Prato Nevoso.

Eccolo sbucare dalla nebbia, con estrema gioia del nipotino che ormai era diventato impaziente di volere vivere l’ebrezza della velocità. Come sempre per Diego divertimento estremo mentre noi, al raggiungimento del quasi congelamento ai piedi, decidemmo di rintanarci in una baretto sotto i portici…

img_2188

img_2186

Dopo pranzo, arrivò il momento di rientrare verso il mare, contento delle sue avventure e di sentirsi un grande campione degli sci!!

Seguici su instagram, facebook e twitter con l’hashtag #ancheimarinaisciano.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...